Opere 1950-2019
10 maggio - 23 giugno 2019

La mostra dedicata ad Eugenio Bolley al Museomontagna di Torino presenta una selezione di circa 80 fra dipintisculture, disegni e litografie, articolati attorno ai temi più cari all’artista: la montagna, lo studio del segno, il bosco.
I suoi lavori – all’interno di un costante dialogo con pietre, cieli, nuvole e cime - rappresentano il delicato equilibrio tra uomo e natura, come la serie Arboreto selvatico, immagine di un ambiente fragile che l’artista ci invita a riscoprire e a curare. In mostra, alcuni esemplari readymade creati con gli oggetti del mondo rurale e alpino, e un nucleo di libere divagazioni pittoriche e ironici collage realizzati durante il soggiorno in Giappone e dedicati principalmente al monte Fujiyama.

La mostra segue la pubblicazione del volume Eugenio Bolley. Opere 1950-2018 edito da Umberto Allemandi & C., con introduzione del prof. Francesco Poli e testi di Alberto Sinigaglia, presidente dell’Ordine dei giornalisti del Piemonte, e di Andrea Maria Ludovici, storico dell’arte. Durante il periodo di esposizione saranno realizzate attività didattiche su prenotazione destinate ai bambini e domenica 12 maggio si terrà Creatività alpina con Eugenio Bolley, appuntamento speciale a partecipazione gratuita, dedicato alle famiglie.

Al termine della mostra sarà organizzata un’asta benefica a favore di Dynamo Camp, dando così realizzazione al sogno di Eugenio Bolley, un’idea tanto semplice quanto controcorrente: destinare interamente i ricavi derivanti dalla vendita delle sue creazioni a favore di iniziative di solidarietà.

Il lavoro di Eugenio Bolley racconta la forte fascinazione esercitata dal mondo della montagna sull’artista, di cui è particolarmente apprezzabile l’attenzione per i temi della sicurezza e della salvaguardia dell’ambiente. Già nel 2006 il Museo ha dedicato ai suoi Urogalli una mostra al Forte di Exilles. Accogliamo ora con piacere le opere di Eugenio Bolley, condividendo con Reale Mutua lo scopo benefico dell’iniziativa”, commenta Daniela Berta, Direttore del Museomontagna.

Reale Foundation è orgogliosa di poter fornire il proprio sostegno per la realizzazione del sogno di Eugenio Bolley con il quale condivide il valore dell’aiuto alle persone, valore che, come mutua, guida il nostro modo di fare impresa da 190 anni. Auspichiamo che con l’asta finale, questo desiderio possa concretizzarsi e contribuire
alla realizzazione degli obiettivi di Reale Foundation favorendo l’inclusività, il welfare e la resilienza ai rischi nei territori in cui Reale Group è presente ed opera
”, dichiara Luca Filippone, Direttore Generale di Reale Mutua.

Eugenio Bolley è nato a Gap nel 1935; vive e lavora in Valle di Susa, a Bardonecchia, dal 1973, anno in cui ha abbandonato Torino e l’attività professionale di dirigente nell’industria meccanica. Dai suoi esordi, che risalgono alla fine degli anni Sessanta, ha realizzato tra Italia e Francia, oltre cento mostre tra personali e collettive.

Una mostra del
Museo Nazionale della Montagna “Duca degli Abruzzi” – CAI Torino

con
Reale Foundation
Dynamo Camp

con il sostegno di
Club Alpino Italiano
Città di Torino
Regione Piemonte
Fondazione CRT






Indietro
Esporta in formato PDF

Subscribe to Newsletter
Si vous souhaitez recevoir des bulletins d'information du Museo Nazionale della Montagna, indiquez ici votre adresse e-mail
E-mail

Règles de confidentialité
 

Envoyer