PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2014/2020. CUP: D19D17000150007
13/06/2019 - 01/07/2019

Progetto ALCOTRA n.1699 “iAlp”. Attività 2.3 – Realizzazione di esposizioni transfrontaliere itineranti - Supporto esperto alla preparazione dei contenuti delle esposizioni – CUP D19D17000150007

Il Museo Nazionale della Montagna – CAI Torino nell’ambito del progetto iAlp “Musei Alpini Interattivi” procederà all’organizzazione di una mostra sulla fotografia contemporanea e la rappresentazione della montagna. L’esposizione sarà realizzata sotto la responsabilità scientifica e organizzativa del Museo, il quale intende avvalersi della figura di un consulente esterno, esperto nel settore, che supporti il Museo sia nella fase di definizione e articolazione dei contenuti, sia in quella di organizzazione e di allestimento dell’esposizione.

Tramite una Call for artists saranno selezionati fotografi e/o artisti che tra i loro mezzi espressivi usano la fotografia. I candidati selezionati dovranno lavorare sul tema prescelto dai curatori, a partire dallo studio delle raccolte degli archivi del Museomontagna, in particolari quello fotografico (che conserva fototipi degli anni 1850-2010 di autori noti, non identificati e dilettanti, relativi a diversi temi legati alla montagna: alpinismo, documentazione del territorio/paesaggio, etnografia e antropologia, associazionismo, architettura etc., di tutte le zone del mondo, soprattutto Alpi), sviluppando il progetto con particolare attenzione alle nuove tecnologie e alle loro forme di diffusione e fruizione (smartphone e tablet; social network come Instagram, Snapchat, Facebook, Twitter, Pinterest etc., ma anche AR e VR).

Il concept della mostra su cui lavorare sarà la rappresentazione/le rappresentazioni della montagna attraverso l'indagine dei suoi stereotipi, con particolare attenzione alla loro costruzione, diffusione e percezione in relazione alle nuove tecnologie (smartphone, tablet e social media). Quali stereotipi si sono creati, affermati e confermati? Accanto a quelli ormai storicizzati se ne sono aggiunti altri? Quali sono gli elementi che ne determinano l’affermazione? Quanto sono diffusi nella rappresentazione contemporanea?

Contemporaneamente si vuole proporre anche una riflessione sullo statuto della fotografia, i suoi usi e i suoi significati profondamente ridefiniti dalle tecnologie digitali e dai social media.

Gli estremi geografici dell’indagine artistica saranno le Alpi Occidentali, con particolare attenzione all’asse Torino - Monte Bianco - Chamonix, con possibilità di estensione alla zona del Monviso e, proseguendo sull’arco alpino, al Cervino e al Monte Rosa, cercando di individuare i luoghi più rappresentativi per il tema prescelto, in relazione anche ai soggetti presenti nelle collezioni del Museomontagna.

Il prodotto finale, con cui si costruirà la mostra, sarà l’esito di un lavoro complesso non limitato alla sola documentazione fotografica fatta dai fotografi/artisti selezionati ma, in un’ottica multidisciplinare, comprenderà anche le varie fasi di lavorazione che ne hanno portato alla definizione, secondo modalità da stabilire (es. mappe interattive, diari Instagram, filmati audio e video etc.). Saranno inoltre oggetto dell’esposizione i materiali d’archivio appartenenti alle collezioni del Museomontagna utilizzati dai fotografi/artisti.

Il percorso espositivo dovrà, sfruttando le potenzialità dell’applicazione delle nuove tecnologie da parte dei fotografi/artisti, ma non solo, presentare il risultato dell’indagine sul tema proposto dai curatori, con modalità interattive e multimediali.

L’allestimento operativo della mostra sarà affidato a una ditta specializzata in esposizioni multimediali selezionata con procedura di gara.

L’esposizione sarà inaugurata nel mese di febbraio 2020 e resterà aperta sino a settembre/ottobre 2020.

Si precisa inoltre quanto segue:
• Il Museo metterà a disposizione i propri archivi e i materiali delle proprie collezioni, mentre sarà richiesto ai candidati selezionati tramite Call la realizzazione di lavori sul tema che saranno prodotti dal Museomontagna secondo modalità da stabilire.
Ai fotografi saranno forniti l’aiuto e l’assistenza necessaria per la realizzazione dei propri lavori (accessibilità agli archivi e ausilio alle ricerche; supporto logistico per gli spostamenti e i contatti necessari; conoscenze scientifiche e organizzative per sviluppare il tema proposto etc.).

• Il Museé Alpin di Chamonix-Mont-Blanc, partner del Museomontagna nel progetto iAlp, realizzerà a sua volta un progetto parallelo, di tema affine, da sviluppare sul territorio di Chamonix, a partire dalle proprie collezioni. La sua mostra sarà inaugurata nel mese di dicembre 2019.

• La mostra e relativi testi saranno sviluppati in tre lingue, italiano, francese e inglese.

• La ditta specializzata incaricata dell’allestimento della mostra si farà carico dell’esposizione, nel suo insieme, compresi tutti gli allestimenti e la strumentazione tecnologica che garantiranno la consegna dell’esposizione “chiavi in mano”, con ciò comprendendo la concezione e la produzione di tutti gli apparati grafici in mostra, le operazioni di allestimento e disallestimento, la fornitura completa di attrezzature tecnologiche, con installazione e smontaggio delle stesse e relativa assistenza tecnica per tutta la durata della mostra. Le soluzioni adottate, compatibilmente con le disponibilità economiche, saranno finalizzate anche all’innovazione che, tramite iAlp, il Museomontagna intende perseguire nella presentazione al pubblico delle proprie collezioni e attività. In questo incarico sarà compreso anche il catalogo della mostra, in tre lingue – italiano, francese e inglese – la cui concezione, possibilmente, dovrà perseguire lo stesso obiettivo di multimedialità e interattività richiesto per il progetto nel suo complesso.

Con il presente avviso per manifestazione di interesse (si veda anche l’abstract della mostra ALLEGATO richiedibile scrivendo a progetti.museomontagna@pec.it oppure a progettieuropei@museomontagna.org o consultabile al Museo)
1) il Museo intende individuare, attraverso la valutazione di curricula, esperienze professionali ed effettive capacità gestionali, un consulente per assistenza alla preparazione e organizzazione dell’esposizione.

La prestazione richiesta è definita come segue:
a) attività da svolgere: collaborazione attiva con il conservatore delle collezioni fotografiche del Museo e curatore della mostra, più precisamente per:
- definizione del tema di fondo;
- scelta dei contenuti;
- definizione del progetto nel suo insieme e delle sue modalità, compresi gli aspetti organizzativi e logistici;
- redazione bando e gestione operativa di una Call for artists;
- partecipazione della selezione delle candidature pervenute;
- studio e selezione delle raccolte conservate nelle collezioni del Museomontagna da proporre ai fotografi/artisti vincitori della Call for artists come documentazione di confronto e studio, ma anche oggetto di rielaborazione per la realizzazione dei loro progetti;
- redazione dei testi in italiano per esposizione e catalogo;
- supporto operativo per la gestione dell’intero progetto (coordinamento dei fotografi selezionati, supporto scientifico, organizzativo e logistico finalizzato a metterli nelle condizioni necessarie per la realizzazione dei loro lavori, comprese ricerche, gestione dei contatti sul territorio, sopralluoghi e trasferte etc.) e successivo coordinamento della fase realizzativa della mostra (il cui allestimento sarà affidato a una ditta esterna esperta in display museografici multimediali);

b) carico di lavoro stimato: nella prima fase di progettazione della mostra è previsto un minimo indicativo di 10 giornate lavorative presso la sede del Museo da svolgere entro fine luglio. Nel periodo successivo, fino a febbraio (in particolare nel periodo settembre-gennaio) è richiesto il coordinamento della fase realizzativa per un ammontare minimo indicativo di 20 giornate (che comprendono anche l’accompagnamento in totale autonomia dei fotografi/artisti selezionati nei territori oggetto d’indagine), oltre alla redazione di un testo per il catalogo di circa 15.000/20.000 battute e il supporto nella selezione e rielaborazione dei testi previsti per il percorso espositivo ed il catalogo.

c) requisiti per presentare la manifestazione di interesse: curriculum attinente all’attività prevista dalla presente manifestazione d’interesse, con documentabile esperienza pluriennale nella curatela di mostre, in particolare di fotografia contemporanea;

d) criteri di valutazione dei candidati: esperienze lavorative, pubblicazioni e titolo di studio con preferenza per la conoscenza del mondo della montagna;
e) modalità di selezione: presentazione di manifestazione di interesse, al seguito della quale il Museomontagna si riserva la possibilità di fare colloquio. I candidati selezionati tramite la manifestazione di interesse saranno invitati a presentare un’offerta al massimo ribasso;

f) importo del servizio: 8.000,00 € al netto di IVA e contributi previdenziali di legge.

Per presentare la manifestazione d’interesse, i candidati devono presentare quanto segue:

1. lettera di manifestazione di interesse avente per oggetto “Progetto ALCOTRA n.1699 “iAlp”. Attività 2.3 – Realizzazione di esposizioni transfrontaliere itineranti - Supporto esperto alla preparazione dei contenuti delle esposizioni – CUP D19D17000150007 – MANIFESTAZIONE DI INTERESSE” contenente, oltre all’indirizzo del Museomontagna (Museo Nazionale della Montagna – CAI Torino, Piazzale Monte dei Cappuccini 7, 10131 Torino), la dicitura: “Con la presente il sottoscritto - nome e cognome, indirizzo, email, recapito telefonico – chiede di essere invitato alla manifestazione di interesse in oggetto”, datata e sottoscritta;

2. curriculum indicante titoli di studio, titoli professionali, esperienze professionali, pubblicazioni, evidenziando, laddove pertinente, quanto attinente all’oggetto della manifestazione d’interesse.

Ai sensi del d.lgs. 196/2003 - Codice in materia di protezione dei dati personali – e degli articoli 13-14 del GDPR 2016/679, il trattamento dei dati personali dei soggetti è finalizzato esclusivamente all’affidamento del servizio in oggetto e sarà effettuato con modalità e strumenti idonei a garantire la sicurezza e la riservatezza dei richiedenti. I dati potranno essere comunicati o portati a conoscenza di responsabili o incaricati o di dipendenti coinvolti a vario titolo con la procedura in oggetto. Ai richiedenti sono riconosciuti i diritti di cui all’articolo 7 del d.lgs. 196/2003 e degli articoli 13-14 del GDPR 2016/679.

Responsabile del trattamento dei dati è il direttore del Museo Nazionale della Montagna, Daniela Berta.

La lettera e la manifestazione di interesse dovranno essere inviate via PEC all’indirizzo progetti.museomontagna@pec.it oppure recapitate all’interno di un plico chiuso indicante oltre all’indirizzo del Museomontagna e al nome e all’indirizzo del candidato, la dicitura “Progetto ALCOTRA n.1699 “iAlp”. Attività 2.3 – Realizzazione di esposizioni transfrontaliere itineranti - Supporto esperto alla preparazione dei contenuti delle esposizioni – CUP D19D17000150007 – MANIFESTAZIONE DI INTERESSE”.

Le manifestazioni d’interesse dovranno giungere la Museomontagna, pena esclusione, entro e non oltre le ore 12,00 del 1° luglio 2019.

Torino, 13 giugno 2019

Il Direttore
e Responsabile Unico del Procedimento
Daniela Berta
 





Indietro
Esporta in formato PDF

Ricerca
E-mail

Leggi l'informativa sulla privacy
 

Invia