con Antoine Le Menestrel
IL 25 e 26 maggio, ore 21.30

25 e 26 maggio, ore 21,30
Torino, Piazzale Monte dei Cappuccini. Ingresso libero fino a esaurimento posti.
A completamento dei festeggiamenti uno spettacolo, una performance d’eccezione legata al gesto dell’arrampicata: il francese Antoine Le Menestrel danza sulle facciate verticali della chiesa di Santa Maria del Monte e del Museo.
Le Menestrel è stato uno dei più noti scalatori della metà degli anni '80. Allontanatosi dagli exploit alpinistici si è trasformato in un artista originale diventando uno dei primi e il più noto rappresentante della danse escalade, una forma di spettacolo che riunisce danza, teatro, mimo e spunti circensi con l'arrampicata.
Negli ultimi vent’anni Antoine si è esibito arrampicandosi su innumerevoli campanili, palazzi e monumenti di tutta Europa, ottenendo grande successo di pubblico e un’ottima fama per la sua alta professionalità. Nel 2008 è stato protagonista dell’iniziativa, organizzata da questo Museo, Danse Escalade al Forte di Exilles nel corso della quale ha dato vita a magiche coreografie sulle mura della fortezza.
In occasione del centocinquantenario del Club Alpino Italiano rivisita la memoria delle imponenti pareti del Monte dei Cappuccini con Service à tous les étages, una coreografia unica e spettacolare, creata apposta per l’occasione. Una performance mozzafiato lungo le mura della chiesa di Santa Maria del Monte, del Convento e del Museo Nazionale della Montagna, nel corso della quale Le Menestrel, prendendo spunto da terreni artistici diversi, come la danza contemporanea, le arti di strada, l’arrampicata, ci regala una visione nuova e poetica del complesso architettonico.
Sarà un appuntamento unico, nei giorni 25 e 26 maggio, tra luci e suoni, nella magia della sera, guardando le montagne all’orizzonte, le stesse vette che ispirarono un gruppo di appassionati a fondare un Club Alpino anche in Italia.
Lo realizzazione dello spettacolo a Torino è stata resa possibile grazie al determinante sostegno della Compagnia di San Paolo, a cui si sono affiancati quello del Club Alpino Italiano, della Regione Piemonte, e il patrocinio e la collaborazione della Città di Torino.






Indietro
Esporta in formato PDF

Ricerca
E-mail

Leggi l'informativa sulla privacy
 

Invia