L’EPOPEA DELLA NAZIONALE DI SCI 1969-1978. LA VALANGA AZZURRA.
sabato 1 aprile - ore 17,30 - Sala degli Stemmi

Il secondo appuntamento di Leggere le Montagne - un'iniziativa della Biblioteca Nazionale CAI e del Museo Nazionale della Montagna con la collaborazione della Città di Torino e del Club Alpino Italiano - sarà l'occasione per incontrare Mario Cotelli, l'inventore della Valanga Azzurra, un fenomeno che portò per diversi anni lo sci in prima pagina nelle cronache nazionali e internazionali.
Il 7 gennaio 1974, a metà di un decennio formidabile, il più ricco di successi mondiali per gli atleti della nostra Nazionale, quando cinque sciatori italiani conquistano i primi cinque posti nello slalom gigante di una prova di Coppa del Mondo, nasce il mito della Valanga Azzurra.
La Nazionale italiana di sci è allora guidata da un direttore tecnico di soli 30 anni, Mario Cotelli, che oggi, per la prima volta, nel suo libro L'epopea della Nazionale di sci 1969-1978. La Valanga Azzurra, racconta un fenomeno che non fu soltanto sportivo, ma diventò ben presto anche di costume. Il volume, ricco di numerose fotografie dell'epoca, ripercorre la nascita, la crescita e la parabola di un gruppo di atleti che negli anni Settanta domina le piste di tutto il mondo e che in Italia porta lo sci alla ribalta bloccando, negli orari delle gare, gli italiani davanti al televisore. Lo sci in questi anni da sport d'élite diventa uno sport di massa.






Indietro
Esporta in formato PDF

Ricerca
E-mail

Leggi l'informativa sulla privacy
 

Invia