STAY WITH ME - A WHOLE GROWING EXHIBITION

STAY WITH ME – A WHOLE GROWING EXHIBITION

11.11.2023 - 24.03.2024

Un programma di eventi sul tema del cammino

A cura di Andrea Lerda

 

SCARICA QUI IL PROGRAMMA COMPLETO

 

 

Nel 2024 il Museo Nazionale della Montagna di Torino celebra il 150° anniversario dalla sua fondazione. Un traguardo importante che, nell’ambito del Programma Sostenibilità, viene celebrato attraverso un palinsesto artistico multidisciplinare incentrato sul tema del cammino, di cui la mostra Stay with Me rappresenta il momento iniziale.

L’immagine di un Museo che si muove verso il futuro, esplorando e affrontando in maniera speculativa i grandi temi della contemporaneità, si fonde simbolicamente con il lungo percorso compiuto fino ad oggi dall’iniziativa originaria dei primi soci del Club Alpino Italiano.

Stay with Me. A Whole Growing Exhibition è concepito come una mostra in divenire, un’indagine ampia e temporalmente aggiornata sul cammino sotto il profilo storico-artistico, sociale e ambientale.
Attraverso il coinvolgimento di chi oggi abita le Terre Alte, della scena artistica piemontese e di quella torinese, e grazie al dialogo con una serie di figure di riferimento a livello italiano e internazionale, la progettualità si pone come condensatore di visioni ed energie, consolidando la figura del Museomontagna e della città di Torino quali luoghi strategici per la riflessione sui grandi temi che interessano la montagna del presente e del futuro.

Il percorso confluirà nella mostra A Walking Mountain, al Museomontagna da novembre 2024.
Stay with Me. A Whole Growing Exhibition è realizzato grazie al sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo.

 

 

Prossimo appuntamento:

 

23–24 MARZO 2024
CANTALAMISSA

Luana Wojaczek Perilli


L’iniziativa, gratuita e ricolta a tutti, è realizzata con la collaborazione dell’Accademia di Belle Arti di Catanzaro.
Attenzione, il numero di posti è limitato.

Per informazioni e per prendere parte alle attività è necessaria scrivi a: posta@museomontagna.org oppure chiama al numero di telefono 011 6604104

 

Il progetto Cantalamissa è un lavoro partecipativo e in divenire di Luana Wojaczek Perilli pensato come laboratorio di ricerca esteso all’area dell’Appennino italiano, dalla Calabria al Piemonte.
L’Accademia di Belle Arti di Catanzaro ha invitato l’artista a realizzare un’opera site specific, in relazione con le comunità. L’obiettivo è ripercorrere le memorie dei territori per farne una geografia dell’altitudine, che unifichi il territorio a partire dalla fauna.
I racconti del gioco dei bambini, spesso crudele, con le falene nere e gialle presenti su tutto l’Appennino danno l’incipit a una esplorazione dei dialetti, dei luoghi, delle comunità e degli istinti più sfaccettati di relazione con l’altro da sè nella prima infanzia.
Cantalamissa è infatti il nome dialettale delle falene del genere Amata, usato in alcune zone della Calabria, per fare riferimento alla livrea nera di queste falene diurne che ricorda il prete che canta sull’ambone. L’approccio etnozoologico permette di narrare, a partire dalle presenze animali, la storia delle comunità distanti ma simili dell’Appennino.

Qui è possibile vedere il video promo con alcuni estratti realizzati in occasione della tappa 0 di Cantalamissa che ha preso il via a Parenti, in Calabria: https://www.youtube.com/watch?v=mFF8lAh9CQE 

 

Nell’ambito del programma Stay with Me. A Whole Growing Exhibition, Luana Wojaczek Perilli realizza una nuova tappa del progetto che prende forma nelle giornate di sabato 23 e domenica 24 marzo.
Il progetto si fonda sulla partecipazione del pubblico, che l’artista invita a prendere parte gratuitamente alle attività proposte di seguito:

 

SABATO 23 MARZO
ORE 15.00 – 18.00 Museomontagna
Nella prima giornata, l’artista realizzerà una serie di interviste durante le quali inviterà gli interlocutori a condividere i propri racconti e la propria esperienza sulle relazioni tra dialetti-fauna-infanzia e Appennino.

DOMENICA 24 MARZO
ORE 10.00 – 12.30 Camminata con l’artista, Collina torinese
ORE 14.30 – 17.00 Laboratorio di ceramica con l’artista, Museomontagna

Al reportage audiovisivo realizzato nella prima giornata segue una passeggiata all’interno del Bosco al Monte dei Cappuccini e nei boschi della collina torinese, attorno al Museomontagna.
L’esperienza sarà condotta dall’accompagnatore sezionale di escursionismo del Gruppo Giovanile CAI Torino Junior Maraschini.
Durante la camminata i partecipanti sperimentano un’esperienza di immersione e di animalità condivisa che li pone fuori dalle dinamiche antropocentriche e li rende viventi tra i viventi nella foresta, un luogo che è una compartecipazione multispecie, dove animali e vegetali si trovano in una dimensione di continuità.
Durante il cammino ogni partecipante individua un bastone, inteso come prolungamento del proprio corpo, emblema di dialogo tra animale e vegetale e di attraversamento fisico.
A partire da questo oggetto, e dai concetti sopra esposti, l’artista condurrà un laboratorio di ceramica durante il quale ogni partecipante sarà chiamato a produrre un oggetto scultoreo che prosegue e amplia l’opera Wanderlust sotto il profilo artistico e installativo.
Questo lavoro sarà successivamente incluso nell’opera dell’artista, esposta nell’ambito della mostra Walking Mountains che sarà visibile al Museo da fine ottobre 2024.